Grazie il club ha ricevuto la stabilità finanziaria

Uomo d’affari Maxim Demin acquistato un terreno nei pressi della località di Bournemouth e per la costruzione di ville rivolto a «Seven Developments» – società di costruzioni, il cui capo era il presidente «di Bournemouth» Eddy Mitchell. Alla fine Mitchell e Demin diventato di collaborare non solo in cantiere, ma anche in termini calcistici. Il russo ha acquistato prima del 50 per cento delle azioni del club, e divenne ben presto il suo proprietario. Subito si sparse la voce che sta per iniziare «il Chelsea 2.0», ma il manuale tutti dichiarazione che l’alto profilo degli acquisti effettuati non sarà.

Grazie il club ha ricevuto la stabilità finanziaria, che ha permesso di concentrarsi squadra esclusivamente sul calcio. E, come si è scoperto, avrei dovuto How e il suo team di sciogliere le mani, affari andò subito in salita. La squadra ha iniziato inesorabilmente a salire a , nella composizione dell’acciaio sbarra più i giocatori – tutto è andato nella direzione giusta.

Questo è solo un giovane e ambizioso capitano di questa nave di nuovo deciso di tentare la fortuna, nonostante istruttivi momenti del passato. Nel gennaio del 2011 How non ha sofferto ed è caduto nel Burnley, che in quel momento è stato candidato a entrare nella Premier league. Il compito di entrare in APPLE Eddie bocciato e mi sono reso conto che c’è solo un posto dove vedrà la città sulla costa della Manica. In generale, «Bournemouth» per Eddie è come una buona madre. Tu non e combinato, comunque lei accetterà, perché tu sei la sua famiglia. How ottenuto nel sistema «di Bournemouth» in 13 anni di età, ha giocato più di 250 partite, è diventato il più giovane allenatore – beh, come non lo perdoni, beh questo è il tuo.

Al ritorno, How, in sintesi, ha portato la squadra in Championship. La prima stagione sulla sconosciuto un livello finora la squadra ha tenuto degnamente, chiudendo il torneo al decimo posto con una differenza positiva reti. E già nella stagione 2014/15 questi ragazzi francia ha segnato 98 gol (subendo 45) e con il primo posto qualificati in Premier League.

Per «Bournemouth», che è stata fondata nel 19 ° secolo, questo evento ha acquisito la storica scala – mai nella sua storia la squadra non è arrivata a tanto e non agito nella massima divisione inglese. Questo potrebbe diventare classe giustificazione su tutti i fallimenti in Premier League, ma negli ultimi sette anni, da quando allenare è diventato Eddie Howe, il club si è formata la sua atmosfera. Questi ragazzi sono abituati a combattere, salendo classificata scale inglesi campionati, quindi mantenere la residenza in APPLE per loro non è un miracolo, ma semplicemente un nuovo obiettivo.

In simile modo ora funziona e Maxim Demin. Se in estate la finestra di trasferimento alcun acquisizioni non è stato, nel mese di gennaio, visto che il team è in grado di stare a galla, in russia, il proprietario non ha risparmiato un record per il club di somme al rafforzamento della composizione.

In prestito in una squadra apparsa Juan Iturbe. Lo stesso Iturbe, che tutte le strappò in FIFA 13 e un po ‘ strappato in «Verona». Chi ha visto la partita di 22 anni, argentino, è improbabile che negare che il ragazzo incredibilmente di talento. La possibilità di mostrare Eddie Howe lui sicuramente fornirà, e se Iturbe conferma il suo livello, dovrà 20 milioni di euro – per le condizioni di contratto con il «Roma», il calciatore deve essere acquisita per tale importo, se giocherà almeno 10 partite e segnare almeno un gol.

13 milioni di euro da Demin ricevuto «Wolverhampton» per l’attaccante . Interno «Arsenale» cominciò subito a giustificare spendere soldi su di esso – in tre partite di gennaio sul conto due gol. Altri 9 milioni sono andati «» a titolo di risarcimento per Lewis , ancora una volta, per rafforzare l’attacco.

Ora «Bournemouth» occupa il 16 ° posto in classifica, avendo al suo attivo 25 punti, e il suo trasferimento dalla compagnia come suggerisce che non è così male oggi. Anche nonostante il fatto che il personaggio principale di tutta questa storia di Eddie Howe promettono allenatori poltrona in «Chelsea». Due volte ha già provato a lasciare la sua casa – nuovo passo sul rastrello Eddie è improbabile che. Come dice il proverbio, non dimenticare le sue radici, ricorda. Sì, e che a Hollywood senza lieto fine?

pagina dell’autore: un confronto tra aziende e anche la pagina bookmaker Recensioni ma anche il nostro nuovo partner informazioni su casinò e scommesse